La lettera di Padre Nando

  • Marzo 17, 2015
  • francescococchiglia
  • Homepage
  • 0
  • 910 Views

dall’Annuario dello Sport 2014-2015 la lettera del nostro Parroco agli sportivi e alla comunità.

Cari atleti, genitori, dirigenti dello sport, tecnici-educatori della Parrocchia dell’Arcella,
sono contento per il tradizionale appuntamento che, anche quest’anno, il vostro “Annuario dello Sport 2014-2015” mi offre, per essere ancora più vicino, in mezzo a voi.
In occasione dell’appuntamento dello scorso anno vi esprimevo, da neofita, perché poco esperto di Sport e da ultimo arrivato, essendo vostro Pastore da poco, la mia gioia “per aver scoperto quanto la vostra attività sia importante e centrale fra gli strumenti educativi che la nostra Comunità di Arcella utilizza per la crescita sua e dei suoi giovani”. Con l’appuntamento di quest’anno voglio, invece, presentarmi come uno di voi, sportivo tra gli sportivi di Arcella, fiero quanto voi dei risultati che la nostra attività ha raggiunto nel corso della stagione. Fiero, per voi atleti, per i tanti traguardi sportivi conquistati in tutti e tre gli sport, fiero, e mi rivolgo in particolare ai Dirigenti e agli Allenatori, per la tensione e l’attenzione impiegate ad accompagnare i nostri ragazzi sul cammino della crescita umana e di fede. Certo, essendo in perenne cammino, tanti sono stati gli ostacoli incontrati, gli incroci affrontati e altrettanti saranno quelli che dovrete, anzi dovremo insieme, affrontare. Tante sono state le situazioni singolari che si sono presentate, le emergenze affiorate, alcune volte provocate anche da noi stessi, dalle nostre connaturali fragilità. Ma sempre avete ripreso il vostro cammino con fiducia e determinazione. Perché questo è il nostro modo di servire la Comunità, questa è la nostra vocazione!
È dunque trascorso un anno dal mio insediamento. Mi sono impegnato a capire meglio, e sempre più dal di dentro, le dinamiche dell’attività. Sono stato perciò in grado di confrontarmi e di contribuire sempre più consapevolmente. A tal punto, che ho sentito opportuno promuovere e condividere con la Commissione dello Sport, una bellissima riflessione sui valori fondamentali che lo Sport di Arcella si è da sempre proposto di seguire. Per darci più forza insieme, più sicurezza e chiarezza nel cammino. Una rivisitazione dell’anima del nostro impegno, della quale, come Parroco, voglio e devo essere il tutore. Abbiamo rivisitato insieme, e mi è caro mettervi tutti al corrente, la nostra documentazione istituzionale, il “Patto per lo Sport”, gli “Statuti associativi” delle due vostre Associazioni, i “Compiti e le funzioni native” della Commissione dello Sport. E abbiamo rinnovato convintamente l’impegno a testimoniare la nostra genesi e a trasmetterne i valori a tutta l’organizzazione, dai dirigenti, agli allenatori, agli atleti, alle famiglie.
La nostra genesi! Sta tutta sintetizzata nelle prime parole riportate di ciascuno dei documenti di riferimento. Anche se spesso citate, e già richiamate nel saluto dell’Annuario 2013, desidero ricordarvele: “L’Associazione sportiva dell’Arcella è un tratto del volto della comunità parrocchiale di S. Antonio di Arcella. Esprime e reinterpreta la comunità cristiana attraverso l’originalità sua propria: quella dello sport. È sempre la Parrocchia che continua la sua missione di annuncio del Vangelo, realizzandola, in questo caso, attraverso le persone e le strutture dello sport.” Chi siamo. Il legame intrinseco con la Comunità. L’attenzione molto cristiana verso la “persona”, quale “cuore di tutte le attenzioni”. Lo stile di “condivisione”, per ricercare sempre i punti in comune che aiutano al dialogo, nel rispetto dei singoli ruoli. L’unitarietà intima e radicata del nostro Sport. Non esistono, nelle nostre attenzioni e nelle nostre cure, e nella testimonianza dei nostri valori, il Calcio, la Pallacanestro, la Pallavolo, separatamente: esistono, separati, nelle carte federali e nelle tipicità agonistica e in quella organizzativa. Nella nostra Parrocchia di S. Antonio di Arcella, esiste, affidato alle cure condivise di tutti noi, lo
SPORT di ARCELLA! È l’atteggiamento che ci guida a rispettare il passato del nostro servizio al Comunità e a proiettarlo nel nostro incedere, ma è anche la “scommessa che la parrocchia fa, tramite lo sport, con simpatia
e convinzione, puntando prima di tutto sugli educatori sportivi”.
Per rendere più abbordabile questa scommessa l’ho tradotta in un invito a istituzionalizzare un incontro – che dovrà essere vincolante per tutti e non facoltativo – ad inizio anno, con le strutture dello Sport, per rileggere questi nostri documenti, chiarendone e rinforzandone contenuti e orientamenti. E ho aggiunto una raccomandazione: che le iniziative formative promosse dall’Associazione prendano spunto anche da questa documentazione di base, al fine di contribuire a farli diventare patrimonio comune.
Come vedete, carissimi, il mio invito – assieme a tutta la mia riflessione sui nostri “punti fermi”- è rivolto al cammino che continueremo a fare, a partire da questo nuovo anno sportivo, il 2015. E mi è sembrato molto opportuno collocarlo in questo Annuario del 2014/15, alla vigilia, cioè, dell’inaugurazione del nuovo edificio del patronato, che ci fà “assaporare” una sorta di “respiro” verso il futuro, col desiderio di rinverdire un cammino che, venendo da lontano, sente la necessità di recuperare e proiettare la propria identità in un contesto nuovo che sa di avvenire. A tutti voi, ragazzi e ragazze, dirigenti ed educatori auguro di conquistare le mete, nello sport e nella
vita, a cui tendete e a cui vi preparate, con impegno e attaccamento. E un altro invito: ricercate “tutto il bene che c’è tra noi”, per viverlo e per “farlo conoscere”, anche nel vostro impegno nello Sport di S. Antonio di Arcella, di cui siete parte, quali attori consapevoli e in perenne cammino.
 
Il Parroco, P. Nando
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.